giovedì, settembre 14, 2006

Wii: in America Prima che in Giappone?

Quando Microsoft annunciò il lancio di Xbox 360 in America prima che in Giappone, sembrava una mossa naturale, vuoi per lo scarso impatto della prima console in territorio nipponico, vuoi per una questione di nazionalismo. Ma il fatto che Nintendo potrebbe seguire la stessa strategia ha un significato davvero importante per l'industria. Secondo quanto pubblicato dal New York Post (l'articolo è stato momentaneamente interdetto), sembra che Nintendo abbia confermato che Wii verrà lanciato in Nord America il 19 novembre, due settimane prima della commercializzazione in Giappone. Nintendo starebbe, quindi, per dare la precedenza al mercato statunitense, lasciando indietro una nazione che, fino al Nintendo DS, ha sempre giovato di settimane di vantaggio nel lancio di nuovo hardware. Il territorio su cui combattere si sposta dall'oriente all'occidente, che garantisce volumi di vendita estremamente più elevati e, quindi, maggiori profitti.

Le informazioni divulgate - che saranno eventualmente confermate dalla conferenza che si terrà nelle prossime ore - affermano che la console sarà venduta negli Stati Uniti a 250 dollari e includerà il gioco Wii-Sports. Saranno ben 25 i giochi disponibili il day one - fra cui The Legend of Zelda: Twilight Princess, Excite Truck, Madden NFL, Red Steel e Tony Hawk’s Downhill Jam - e costeranno circa 50 dollari l'uno. Sembra che il primo gioco di Mario verrà lanciato solo nel 2007. Dalla Virtual Console, invece, saranno scaricabili una trentina di giochi, divisi in fasce da 5 e 10 dollari l'uno.

Il presidente e chief operating officer di Nintendo of America, Reggie Fils-Aime, ha dichiarato al New York Post che l'obiettivo di Nintendo è di riportare il videogioco alle masse. Fra i servizi innovativi di Wii, appaiono i canali dedicati alle news e alle previsioni del tempo.

Per le conferme sarà necessario attendere ancora qualche ora.

Riferimenti:
[Next-Gen: WII: $250, NOVEMBER 19 US LAUNCH]

Nessun commento:

Posta un commento