mercoledì, aprile 16, 2008

Recensione/ Mario Kart Wii

Punto cardine di pressochè qualunque piattaforma Nintendo, Mario Kart sbarca su Wii arricchito dalle modalità online e da alcune modifiche al gameplay. La ricetta rimane, però, fondamentalmente la stessa: vediamo come se ha sostenuto al meglio il peso degli anni.

Mario Kart Wii
Sviluppatore: Nintendo
Editore: Nintendo
Distributore: Nintendo
Genere: Guida/Arcade
Piattaforma: Wii
Titoli correlati: Super Mario Kart (Super Nintendo); Jak X (PlayStation 2);

Motore idraulico

Mario Kart è sempre stato sinonimo di divertimento multiplayer. Sebbene in single player abbia cercato di spronare il giocatore con diverse classi di corse e kart dalle caratteristiche uniche, la componente multigiocatore rappresentava il massimo dell’espressione del piccolo capolavoro Nintendo. Con Mario Kart Wii, finalmente, si parla di multiplayer online, un fattore non indifferente che costituisce il maggior punto di svolta della serie nella sua versione casalinga. Collegandosi al servizio online di Nintendo, è possibile gareggiare contro 11 avversari su tutti i circuiti del gioco, scaricare i ghost, visualizzare le classifiche e, naturalmente, coordinarsi con i propri amici creando partite pubbliche o private. Sotto questo punto di vista, il servizio sotto-sfruttato di Nintendo funziona più che egregiamente.

La partecipazione a una partita è immediata e non abbiamo mai sofferto di fenomeni di lag. Nel caso in cui ci si unisse a una partita in corso, questa viene visualizzata immediatamente sullo schermo ed è possibile spostare l’inquadratura su ciascun giocatore. La soluzione grafica dell’intera interfaccia online, inoltre, è semplicemente brillante, anche soltanto per la rappresentazione dei personaggi a seconda del paese di provenienza. Chiude in bellezza la possibilità di installare il canale dedicato a Mario Kart Wii, attraverso cui si accede alle classifiche e alla lista amici senza caricare il gioco.


E’ un peccato che rispetto alla concorrenza di Microsoft e Sony, il servizio offerto da Nintendo sia lacunoso sotto certi punti di vista. In primis, si sente l’assenza delle cuffie per colloquiare con gli avversari o gli amici, privando la modalità online di una funzione ormai indispensabile. Inoltre, è davvero difficile abituarsi alla nomenclatura numerica degli amici, che rende l’aggiunta di un nuovo compagno ostica e poco intuitiva. Fatta eccezione per le carenze intrinseche del servizio Nintendo, l’unico appunto che ci sentiamo di fare alle modalità online di Mario Kart Wii è l’assenza della battaglia “tutti contro tutti”, sostituita invece dall’unica modalità a squadre.

Online o offline, Mario Kart Wii si basa su fondamenta solide che ci accompagnano ormai dai tempi dei 16bit. Le corse sono rocambolesche e adrenaliniche su ben 32 circuiti – 16 nuovi e 16 riedizioni dei precedenti episodi – disegnati con sapiente uso di scorciatoie, turbo e punti bonus dove accaparrarsi le indispensabili armi per far fuori la concorrenza. Abbandonato il concetto del doppio autista visto nella deludente versione per GameCube, Mario Kart Wii non rinuncia alle novità, fra cui spicca l’introduzione delle motociclette, che si differenziano dalle quattro ruote per maneggevolezza e comportamento su strada, e delle acrobazie in aria, che garantiscono un turbo aggiuntivo dopo aver agitato il Wii-mote.

Il sistema di controllo si avvale naturalmente dei sensori di movimento del telecomando, sul quale è possibile montare un volante in plastica fornito nella confezione. Il nuovo accessorio è di buona fattura ed ergonomico e si differenzia da quelli prodotti da Ubisoft nei primi titoli di guida per una derivazione del pulsante B che rende più pratica l’esecuzione delle derapate. E’ da sottolineare come, ancora un volta, Nintendo sia riuscita a calibrare la resa “su strada” del Wii-mote in maniera eccellente. Gli allergici al Wii-mote o i nostalgici possono comunque commutare verso un sistema di controllo tradizionale usando il Classic Controller oppure il pad GameCube, che probabilmente garantirà risultati migliori almeno per il primo periodo.

La formula collaudata perpetra da anni una meccanica di gioco innegabilmente divertente, ma allo stesso tempo ripete quasi in maniera diabolica gli stessi difetti. Il più evidente risiede senza dubbio nel sistema di assegnazione dei bonus, che privilegia le ultime posizioni con armi in grado di ribaltare la situazione all’ultimo minuto. Il risultato di una gara impeccabile può essere compromesso dal caso, una situazione frustrante per chi desidera mettere in campo la bravura oltre che la fortuna. In definitiva, Mario Kart Wii rivive in tutta la sua grandezza anche sulla nuova piattaforma Nintendo e rimane il sinonimo di quel genuino divertimento multigiocatore che ci accompagna da anni. I difetti della modalità online e l’intrinseca frustrazione che deriva dalla tipologia di gioco non rappresentano degli ostacoli insormontabili, anche se per l’evoluzione della serie si dovrà attendere un nuovo episodio.

Raffaele Cinquegrana

Aspetti Positivi: multiplayer online; concept semplice e accattivante; divertentissimo in multiplayer; ottima realizzazione tecnica
Replay Value: ottimo. In multiplayer sfiora l’eternità
Aspetti Negativi: a volte confusionario; assegnazione dei bonus poco equa; chat vocale assente; sistema amici ostico
In Sintesi: Mario Kart Wii sdogana il divertimento multiplayer, che sbarca finalmente in rete. L’introduzione delle moto e delle acrobazie sono delle piacevoli aggiunte alla formula ben collaudata, che oltre agli innegabili pregi porta con sé anche i medesimi difetti degli anni scorsi

2 commenti:

  1. Sono d'accordo con la tua analisi, effettivamente non poter parlare con l'amico in modalità online é un pò frustrante, sopratutto se abituati a XBOX LIVE o PS3 Network. Non concordo sulla sbilanciata casualità degli oggetti, perchè il bello di tutti i Mario Kart é proprio mettere allo stesso piano i veterani a i novelli, a favore dei colpi di scena e sfottò vari tra amici. Insomma...chi come me vuole dettar legge in termini di impostazione delle curve e traiettorie varie si metta il cuore in pace e viva Mario Kart in maniera spiritosa e amichevole, ciao e sopratutto...POWER!

    Andre Hayabusa
    blackdragonsword.blogspot.com

    RispondiElimina
  2. Condivido la tua recensione tranne il fatto che gli oggetti vengano assegnati in maniera casuale a favore delle ultime posizioni in gara, il bello di tutti i Mario Kart é prorpio che l'esito finale di una gara può ribaltarsi anche all'ultima curva. Veterani o novelli allo stesso livello per risate e sfottò, insomma...chi pensa di impostare le curve o traiettorie dovrà abituarsi a perdere e prendere la cosa con allegria in spirito Nintendo.

    Andre Hayabusa
    blackdragonsword.blogspot.com

    RispondiElimina