mercoledì, giugno 30, 2010

Recensione/ Transformers: La Battaglia per Cybertron

Tornano i robot di Hasbro in un prequel che racconta la lotta fra Decepticons e Autobots per il controllo del pianeta natale, Cybertron. Riuscirà a sfondare anche senza il traino di un nuovo episodio diretto da Michael Bay?

Transformers: La Battaglia per Cybertron
Sviluppatore: High Moon Studios
Editore: Activision
Distributore: Activision
Genere: Azione
Piattaforma: Xbox 360 (disponibile per PC e PlayStation 3)
Titoli correlati: Transformers: la Vendetta del Caduto (PC, PlayStation 3, Xbox 360); Iron Man 2 (PC, PlayStation 3, Xbox 360, Wii); Gears of War 2 (Xbox 360); Lost Planet 2 (PlayStation 3, Xbox 360)

Inossidabile

Lontani dalla Terra, ma anche da Shia LaBeouf e Megan Fox, i Transformers trovano la loro vera dimensione videoludica in nuovo sparatutto in terza persona dalle caratteristiche notevoli. Cybertron, il pianeta natale dei robot, diviene l'oggetto della contesa fra le due fazioni in gioco in un prequel che racconta l'ascesa di Megatron e dei Decepticons e la resistenza degli Autobots. Organizzata come di consueto sui due fronti, la campagna principale raccoglie 10 missioni giocabili sia in singolo, sia in cooperativa online con l'aiuto di due giocatori (sostituiti eventualmente dalla buona intelligenza artificiale). Con la possibilità di entrare in partita in qualsiasi momento, il titolo di High Moon Studios si dimostra all'altezza del compito, proponendo situazioni magari un po' ripetitive a lungo andare, ma intriganti e giocabili, dove il coordinamento delle azioni con gli altri giocatori fornisce molte soddisfazioni.


I livelli sono rappresentativi di un pianeta robotico degno dei Transformers: tutto di metallo, con piattaforme che mutano a seconda delle situazioni accompagnate dall'immancabile suono metallico, è il risultato di un valido studio del materiale originale che coinvolgerà gli appassionati. Seppur lineare, il percorso si rivela piuttosto vario e soprattutto longevo, con missioni che superano abbondantemente un'ora di gioco. Prendendo spunto da capisaldi del genere come Gears of War, ciascun Transformer può portare un paio di armi e granate, oltre che disporre della trasformazione in veicolo o velivolo per incrementare potenza di fuoco e agilità. Fortunatamente, le trasformazioni si rivelano molto utili in più situazioni e soprattutto godono di controlli altrettanto precisi e funzionali (a differenza de La Vendetta del Caduto). Purtroppo la selezione dei robot è limitata a tre personaggi predefiniti a seconda del livello per sottostare alla coerenza narrativa: usare i velivoli in sole due missioni appare alquanto riduttivo. Nonostante le ambientazioni offrano molteplici opportunità per ripararsi dal fuoco nemico, stupisce inoltre la totale assenza di un sistema di coperture.


Vicenda interessante, personaggi ben riprodotti e meccanica di gioco immediata costituiscono ulteriori punti di forza della campagna, che offre una sfida piuttosto elevata. Parte della difficoltà è dovuta alla mancanza cronica di munizioni e all'impossibilità di raccogliere le armi nemiche, oltre che dal sistema di checkpoint che non rigenera completamente la propria energia. La cura della componente online è evidente anche dalla ricca dotazione di modalità competitive e dalla presenza della modalità "Escalation", riuscita rivisitazione dell'Orda di Gears of War a quattro giocatori. Con l'Energon guadagnato uccidendo i nemici si può accedere al negozio dove acquistare nuove armi - per sè o per i compagni - munizioni o energia, rendendo le sessioni di gioco avvincenti.


La componente multiplayer competitiva trasporta su Cybertron canoniche opzioni quali il dominio del territorio e deathmatch, con tanto di personalizzazione del proprio armamentario, scelta della classe del personaggio e assegnazione di punti esperienza che aprono la strada per cinque slot di abilità. Ingredienti che possono portare a match interessanti dove un team specializzato con tanto di medico e artiglieria ha sicuramente la meglio su chi attacca a testa bassa. Le arene però cadono presto nel caos ed emerge uno sbilanciamento eccessivo nella potenza di alcune armi, vanificando le speranze tattiche del team. Visto il lavoro appassionato di High Moon Studios per produrre un titolo di qualità, ci aspettiamo una patch per sanare queste piccole magagne.


In definitiva, Transformers: La Battaglia Cybertron rappresenta un deciso passo avanti per la saga, che finalmente riesce a offrire un'esperienza di gioco piacevole, versatile e variegata non solo per l'elite degli appassionati.

Raffaele Cinquegrana

Aspetti Positivi: campagna longeva; modalità co-op a 3 giocatori; sessioni Escalation a 4 giocatori; multiplayer competitivo
Replay Value: buono. Online può dare molte soddisfazioni
Aspetti Negativi: meccanica di coperture assente; scontri online non sempre bilanciati; può divenire ripetitivo
In Sintesi: divertente, longevo e completo, Transformers: La Battaglia per Cybertron dimostra ancora una volta come una licenza dovrebbe essere sfruttata per appassionare non solo i fan della serie, ma i videogiocatori in generale

Nessun commento:

Posta un commento