martedì, ottobre 05, 2010

Recensione/ Sports Champions

Da quando Wii Sports ha lanciato la Wii mania, non c'è controller di movimento che si rispetti senza la sua versione di giochi sportivi. Ben lontano dal clone fumettoso, Sports Champions punta al realismo per dimostrare le potenzialità di PlayStation Move

Sports Champions
Sviluppatore: Zindagi Games
Editore: Sony Computer Entertainment Europe
Distributore: Sony Computer Entertainment Italia
Genere: sport
Piattaforma: PlayStation 3
Titoli correlati: Wii Sports (Wii); Wii Sports Resort (Wii)

Attività aerobica

Sports Champions trasforma ciò che in Wii Sports era una semplice mimica dei movimenti in una seria simulazione sportiva. Fra i titoli di lancio, è quello che meglio dimostra la fedeltà della tecnologia Sony, che riesce a riprodurre i movimenti del giocatore con grande realismo. Basta cimentarsi in una sessione di Disc Golf - una sorta di golf con un frisbee - per rendersene conto: con il grilletto posteriore del controller Move si prende il frisbee e il movimento del braccio fa tutto il resto, come se avessimo un vero disco in mano. Non c'è limitazione nel metodo di lancio nè nell'impugnatura, l'inclinazione permette tiri a effetto e la fisica del disco è sempre convincente. Ancor prima di lanciare il disco viene spontaneo mettere alla prova PlayStation Move angolando il polso oppure caricando il colpo a dismisura. A patto che il bulbo luminoso rimanga nel campo visivo di PlayStation Eye, il risultato è davvero entusiasmante.

Le bocce sono un altro esempio di minigioco semplice da approcciare ma difficile da padroneggiare. Nel tentativo di avvicinarsi al boccino è possibile effettuare lanci rasoterra, a effetto, oppure dei pallonetti particolarmente efficaci per bocciare le palle avversarie. La trasposizione dei propri movimenti è tutt'altro che arbitraria per un'esperienza di gioco realistica e appagante, che spinge il giocatore a un continuo miglioramento. Riuscito anche il tiro con l'arco, il cui semplice atto di mirare il bersaglio è arricchito da una buona simulazione fisica e da una discreta varietà di obiettivi che contraddistinguono i livelli di gioco. In possesso di due controller Move è addirittura possibile simulare la tensione della corda, incrementando la complessità dell'evento.


Vicino all'omonimo titolo di Rockstar Games, Table Tennis si è rivelato particolarmente intrigante, soprattutto grazie alla possibilità di impugnare la racchetta a piacimento. Diritti e rovesci vengono riprodotti senza alcun problema, lasciando al giocatore la libertà di esibirsi in colpi a effetto, pallonetti e giocate da professionista impugnando la racchetta verso il basso. Come in Disc Golf, l'angolazione del polso ha effetti immediati sulla battuta, aggiungendo notevole spessore al gioco.


La qualità scende leggermente nei rimanenti due sport, Gladiator Duel e Beach Volleyball. Il primo, in particolare, è il meno convincente in termini di precisione e fedeltà nei movimenti, con avatar dalle animazioni legnose e meno veloci di quanto ci si aspetterebbe, ma sempre meglio di quanto si sia mai visto prima d'ora. La pallavolo risulta un po' troppo automatizzata e richiede solo di ribattere la palla lasciando alla console i movimenti del personaggio. Anche in questo caso, bagher, alzata e schiacciata assecondano piuttosto bene i movimenti del giocatore, che è libero di decidere come e quando ribattere la palla.


Sebbene la qualità della simulazione si attesti su livelli piuttosto alti, Sports Champions non riesce a suscitare entusiasmo nè eccitazione a causa di una presentazione scialba e di un comparto audio ai minimi storici. L'esperienza di gioco ne risente e rischia di divenire noiosa dopo pochi giorni nonostante la sfida offerta dagli avversari virtuali. Le opzioni multiplayer fino a quattro giocatori (anche con un solo controller) ne risollevano le sorti, ma l'assenza di sport più famosi come il tennis si fa sentire. Poco pratica invece la continua calibrazione del controller richiesta all'inizio di ogni sport, che deve essere ripetuta per ciascuno dei giocatori. Testimonial d'eccezione di PlayStation Move, a Sports Champions manca quindi un po' di anima che garantisca il coinvolgimento prolungato.

Raffaele Cinquegrana

Aspetti Positivi: ottimo utilizzo di Move; alcuni minigame ben riusciti; fisica realistica
Replay Value: buono. Diversi livelli di difficoltà e numerosi stage
Aspetti Negativi: realizzazione tecnica scialba; solo sei sport; calibrazione richiesta prima di ogni sport
In Sintesi: Sports Champions sfrutta a dovere PlayStation Move ma l'esperienza di gioco è un po' troppo asettica

Nessun commento:

Posta un commento