sabato, marzo 05, 2011

OneBigGame: Videogame per Beneficenza

OneBigGame è un publisher no-profit che supporta diverse associazioni benefiche. Nel primo anno di attività, ha generato oltre 100.000 dollari di cui il 96% circa sono stati donati e suddivisi in parti uguali per Save the Children Alliance e Starlights Children Foundation. Chime, creato dallo sviluppatore inglese Zoe Mode, è il maggior responsabile degli incassi. Nel 2011 OneBigGame ha pubblicato WINtA, music game per iPhone creato da Masaya Matsuura (PaRappa the Rapper) e dal suo studio NanaOn-Sha insieme allo sviluppatore olandese Triangle Studios.


Gli utili di OneBigGame nel 2010

Il publisher no-profit, nel primo anno, ha generato oltre 100.000 dollari destinati alle associazioni benefiche che supporta

San Francisco, Calif. – 25 Febbraio 2011 - OneBigGame (http://onebiggame.com), publisher no-profit di videogiochi, annuncia oggi i risultati del 2010, l’anno ufficiale di avvio del publishing a scopo benefico. Durante l’anno, OneBigGame ha raggiunto oltre i 100.000 dollari di utili, con il 96% circa donato e suddiviso in parti uguali alle due charity partner, Save the Children Alliance and Starlights Children Foundation.

La maggior parte dei fondi raccolti a scopo benefico da OneBigGame sono stati ricavati da Chime, il primo gioco uscito sulla piattaforma Xbox LIVE® Arcade (per il sistema di intrattenimento e gioco di Microsoft Xbox 360®) il 3 febbraio 2010, creato pro bono dallo sviluppatore inglese, Zoe Mode.

“Siamo molto felici di annunciare questi primi risultati positivi, a dimostrazione di un modo unico e nuovo di raccogliere fondi.” ha commentato Martin de Ronde, Direttore di OneBigGame. “Grazie a giochi creati da famosi sviluppatori di videogiochi e studi di sviluppo, possiamo ora aiutare i bambini più bisognosi, avvalendoci di un meccanismo fantastico. Inutile dire quando siamo grati a Zoe Mode e al loro gioco Chime per averci permesso di realizzare questi risultati. Inoltre, ci piace pensare a questo come a un grande segnale di ciò che continueremo a fare. Abbiamo una promettente lineup di giochi con cui proseguire la nostra campagna di raccolta fondi nel 2011, dalla recente uscita del gioco WINtA di Masaya Matsuura per iPhone, al gioco racing di David Perry per tablet di nuova generazione e al gioco Minesweeper Adventure di Charles Cecil”

Ed Daly, Managing Director di Zoe Mode, ha dichiarato: “Siamo onorati di essere stati parte di OneBigGame e immensamente felici che il successo di Chime è stato di aiuto per la raccolta a scopo benefico. Speriamo di continuare la nostra collaborazione con OneBigGame e di aggiungere nuovi giochi.”

Douglas Rouse, Direttore Corporate Partnerships di Save the Children ha aggiunto: “Save the Children è davvero grata a OneBigGame per la loro donazione. Si tratta di una modalità innovativa per raccogliere fondi a scopo benefico e la partnership introduce la nostra vitale opera a un intero nuovo pubblico di giocatori. Speriamo questa collaborazione aiuti le persone a conoscere la nostra campagna EVERY ONE, che si batte per fermare la mortalità di circa 9 milioni di bambini che ogni anno muoiono prima di aver compiuto i cinque anni.”

“Abbiamo apprezzato molto l’iniziativa di OneBigGame e la generosità di Zoe Mode e di tutti gli sviluppatori coinvolti” ha detto Jenny Isaacson, Vicepresidente Brand Marketing e Communicazione di Starlight. “È grandioso vedere l’industria del videogame dedicarsi non solo all’intrattenimento per il pubblico ma anche ai bambini ammalati e alle loro famiglie seguiti da Starlight."

Come annunciato, seguendo Chime, OneBigGame continua le attività di raccolta fondi con WINtA, creato a scopo benefico dal famoso game designer giapponese Masaya Matsuura e dalla sua società NanaOn-Sha insieme agli olandesi di Triangle Studios. WINtA, un gioco musicale per iPhone e iPod Touch è disponibile su Appstore di Apple in download gratuito. Brani musicali con cui giocare a WINtA creati da un gran numero di artisti sono acquistabili separatamente per raccogliere fondi a scopo benefico.

Nessun commento:

Posta un commento