sabato, marzo 05, 2011

Recensione/ Dr. Kawashima: Esercizi per la Mente e il Corpo

Il dottor Kawashima torna a mettere alla prova la nostra età cerebrale con l'aiuto di Kinect e di un nuovo set di esercizi per spremersi le meningi insieme a un po' di moto. Riuscirà a bissare il successo ottenuto sulla console portatile di Nintendo?

Dr. Kawashima: Esercizi per la Mente e il Corpo
Sviluppatore: Namco Bandai Games
Editore: Namco Bandai Partners
Distributore: Namco Bandai Partners Italia
Genere: Puzzle
Piattaforma: Xbox 360 / Kinect
Titoli correlati: Brain Training (Nintendo DS)

Sempregiovani

Sviluppato sotto la supervisione dell'ormai noto neuroscienziato dottor Ryuta Kawashima, Esercizi per la Mente e il Corpo porta l'altrettanto famigerato genere del brain training su Xbox 360 aggiungendo movimento agli esercizi cerebrali grazie all'uso di Kinect. Secondo le ricerche dello stesso Kawashima, il movimento stimolerebbe l'attività del nostro cervello: ecco quindi 20 nuovi minigiochi che uniscono in maniera divertente fisicità e ragionamento, tramite i quali misurare la propria età cerebrale. La meccanica di gioco riflette pressochè sotto tutti gli aspetti positivi delle varie versioni per Nintendo DS, fra cui le statistiche dettagliate dei progressi, esercizi personalizzati e soprattutto la formula accattivante che spinge a migliorarsi di volta in volta. Il solo fatto di vedersi affibbiare un'età cerebrale superiore a quella anagrafica è sufficiente per accendere l'orgoglio in ciascuno di noi e dimostrare all'avatar di Kawashima che si sbaglia di grosso.

Le cinque categorie a disposizione - matematica, logica, memoria, riflessi ed esercizi fisici - raccolgono minigiochi che spaziano dal toccare i numeri in ordine crescente o a calciare il numero mancante all'interno di un equazione fino al trasformare le braccia in lancette dell'orologio per indicare l'orario proposto o al memorizzare le posizioni di avatar che si nascondono dietro le porte. La velocità è di norma richiesta per ottenere un punteggio più alto, ma è sempre bene considerare che una risposta errata comporta una penalizzazione maggiore. Alcuni minigame richiedono una buona coordinazione oculo-manuale, come nel caso di Manolesta, dove è necessario controllare Pac-Man e Pooka di Dig Dug con le mani per evitare i fantasmi. La varietà delle prove in cui cimentarsi è notevole e alcune di esse sono davvero spassose, ciononostante evidenziamo la ripetizione in diversi casi dello stesso concetto di base. L'uso delle braccia a mo' di lancette è utilizzato per esempio per il minigame dell'orologio ma anche per quello delle coppie, del radar e dei ponti su cui far passare auto di diverso colore.


Pur non essendo un grave difetto, si ha la sensazione che il sensore Kinect avrebbe potuto offrire maggiori spunti di fantasia, anche considerando il fatto che non è prevista per esempio nessuna prova basata sulla voce. Fra le mancanze, segnaliamo l'assenza di modalità online (manca persino la possibilità di confrontare i risultati con gli amici), parzialmente compensata dalla modalità offline fino a 4 giocatori. Buono invece il riconoscimento dei movimenti mappato sul proprio avatar, indispensabile soprattutto per i livelli più avanzati in cui la velocità di esecuzione diviene sempre più importante. In definitiva, Dr. Kawashima: Esercizi per la Mente e il Corpo si è rivelato un piacevole passatempo capace di spronare al miglioramento di se stessi con micro-sessioni di gioco quotidiane. E chissà mai che il cervello ne giovi veramente.

Raffaele Cinquegrana

Aspetti Positivi: buon riconoscimento dei movimenti; alcuni minigiochi sono spassosi; spinge a migliorarsi sempre di più
Replay Value: buono. Se il brain training interessa, riesce a catturare a lungo
Aspetti Negativi: nessuna opzione online; stesso concetto ripetuto in molti minigiochi
In Sintesi: Dr. Kawashima: Esercizi per la Mente e il Corpo è un titolo interessante, capace di intrigare a lungo grazie alla meccanica che incentiva il miglioramento personale. Perccato per la mancanza di opzioni online e un pizzico di varietà in più

Nessun commento:

Posta un commento