venerdì, luglio 15, 2011

Recensione/ Super Street Fighter IV: Arcade Edition

Direttamente dalle sale giochi torna Street Fighter IV, in un'edizione non-plus-ultra con nuovi personaggi, modifiche al gameplay e nuove opzioni, disponibile sia come contenuto scaricabile, sia in negozio. Sarà la versione definitiva?

Super Street Fighter IV: Arcade Edition
Sviluppatore: Capcom
Editore: Capcom
Distributore: Halifax
Genere: Picchiaduro
Piattaforma: Xbox 360 (disponibile per PC e PlayStation 3)
Titoli correlati: Super Street Fighter II Turbo HD Remix (PlayStation 3, Xbox 360); BlazBlue: Continuum Shift (PlayStation 3, Xbox 360)

Colpo finale

La seconda revisione di Street Fighter IV si presenta nuovamente come l'edizione definitiva del picchiaduro che ha riportato in auge il genere. Le differenze fra la versione Super e quest'ultima, la Arcade Edition, si possono sintetizzare in una decina di punti che vanno a compilare la consueta "delta list", ma la domanda non è quanto è differente dal predecessore - nella maggior parte dei casi si tratta di raffinamenti più che di novità - ma quanto pesino queste differenze. Soprattutto per i conoscitori della saga. Chi ancora non si è ancora affacciato sul mondo di Street Fighter IV invece non dovrebbe esitare: Super Street Fighter IV: Arcade Edition è di sicuro la versione più completa e cesellata della saga e non dovrebbe mancare in nessuna delle collezioni.


Con una lista di lottatori che arriva a 39 e con un'eccezionale varietà di stili di combattimento è facile trovare il personaggio più congeniale ai propri gusti. Non sono i nuovi personaggi - Yun e Yang da Street Fighter III ed Evil Ryu e Oni, rispettivamente varianti di Ryu e Akuma - che fanno la grossa differenza rispetto alla precedente edizione, bensì i piccoli aggiustamenti al bilanciamento operati da Capcom e che hanno contraddistinto la versione da sala giochi. In generale si nota un incremento del ritmo dei combattimenti dovuto alla predilezione delle tecniche di attacco di alcuni protagonisti (fra cui le quattro novità) e una generale revisione dei punti deboli, di forza e delle priorità delle mosse. Non tutte le modifiche giovano al gameplay come sperato: lottatori come Cammy sono diventati delle vere e proprie palle al piede, mentre Makoto fra gli altri ha ricevuto miglioramenti non da poco. Yun e Yang conquistano la coppa di personaggi più sbilanciati del gioco, a causa delle combo devastanti, della priorità degli attacchi e della potenza di colpi come il Dive Kick.


In combattimento l'Arcade Edition dà sensazioni diverse rispetto a Super Street Fighter IV. Non è quindi migliore in senso assoluto - il nuovo focus sull'attacco potrebbe non piacere e manca ancora il tanto agognato bilanciamento fra i personaggi - ma stimola l'adattamento alle nuove regole. In ogni caso, è possibile attivare o disattivare la modalità Arcade Edition dalle opzioni, in modo da avere sempre l'esperienza di gioco preferita. La retrocompatibilità con la precedente edizione si estende ai match online, dove è possibile sfidare anche gli avversari che non hanno la Arcade Edition, e ai costumi acquistati in precedenza.


Ulteriori miglioramenti all'interfaccia online e al canale replay - che ora permette di seguire i giocatori prescelti visualizzando i nuovi replay, accedere alle gallerie video dei combattenti più in gamba e salvare fino a 50 replay - costituiscono le altre novità di Super Street Fighter IV: Arcade Edition. Mancano purtroppo all'appello importanti funzioni come la modalità Sfida per i nuovi personaggi oppure un tutorial degno di questo nome che introduca passo per passo i neofiti nel complesso mondo di Street Fighter - un'opzione elogiabile in BlazBlue: Continuum Shift. Francamente, giunti alla terza iterazione di Street Fighter IV ci aspettavamo ormai un titolo perfetto. Continua invece a dividere gli animi e a lasciare porte aperte per ulteriori miglioramenti. In generale rimane un titolo di grande prestigio, ma i giocatori hardcore si troveranno di fronte a un acquisto un po' troppo esoso (circa 15 Euro per il DLC di Super Street Fighter IV) per il valore che offre.

Raffaele Cinquegrana

Aspetti Positivi: 4 personaggi nuovi; tecnicamente ottimo; nuove opzioni replay; gameplay dinamico e profondo; possibilità di disattivare l'Arcade Mode (versione pacchettizzata)
Replay Value: ottimo. Match online in ogni salsa
Aspetti Negativi: più sbilanciato rispetto al passato; revisioni dei personaggi poco coerenti; manca un vero e proprio tutorial; prezzo alto del DLC
In Sintesi: Super Street Fighter IV: Arcade Edition mantiene l'indiscussa qualità della saga, apporta diverse migliorie ma sbaglia sul piano del bilanciamento. Altamente consigliato se non si possiede Super Street Fighter IV, non è indispensabile in caso contrario.

1 commento:

  1. Ringraziando il Webmaster Raffaele di avermi fornito Super Street Fighter IV per un buon periodo, devo dire che la noia ha vinto sull'affetto per questa serie. Dopo le prime ore dove stranamente riuscivo ancora a fare le mosse speciali di Akuma, non ho avuto più stimoli di proseguire e purtroppo la fantastica giocabilitá, la nuova veste grafica e le animazioni, non hanno eguagliato l'esperienza di un pò di anni fa, condivisa con Raffaele e company di Street Fighter Zero 1,2 o Alpha 1,2 come si preferisce.
    Tre edizioni rilasciate in circa due anni mi fanno capire che è l'ideale acquistare, in casi come Street Fighter, giochi usati e consiglare solo hai collezionisti(che stimo tantissimo) tutto il bottino.
    Concludo facendo presente che la stessa cosa mi è successa con i vari Marvel vs Capcom 3, Tatsunoko vs Capcom e cosí via, ciao a tutti.

    Andrea Facchinetti

    RispondiElimina